Alimentazione e sport, trucco e pilates: un pomeriggio all’insegna della cura di sé e del benessere per la Festa della Donna.

L’8 marzo l’ospedale Sant’Anna di San Fermo della Battaglia ospiterà “Donne allo specchio - …ed io avrò cura di te…”, iniziativa giunta alla quarta edizione organizzata in collaborazione con le associazioni Centro di Riferimento Oncologico “Tullio Cairoli” e Noisempredonne.

L’evento si svolgerà a partire dalle ore 14 nello Spazio Eventi del presidio (piano -1 rosso) e inizierà con un momento informativo a cui interverranno Monica Giordano, direttore dell’U.O. di Oncologia, Fabrizio Muratori, direttore dell’U.O. Malattie Endocrine – Diabetologia, e Amelia Locatelli, specialista dell’U.O. di Dermatologia.

Seguiranno una dimostrazione di pilates con l’insegnante Vanessa Frigerio e le sedute di trucco, offerte da Bionike con un consulente di immagine specializzato, con consigli per la cura della pelle per le signore in trattamento presso l’Oncologia e la Radioterapia dell’ospedale.

La giornata si chiuderà con un rinfresco. L’ingresso all’evento, realizzato anche con il contributo di Biogena e Camst, è libero.

Allegati:
Scarica questo file (Donne_allo_specchio_2016.jpg)Donne_allo_specchio_2016.jpg[ ]276 kB

Il CUP dell'Ospedale di Circolo, lunedì 29 febbraio, si trasferisce nel nuovo Padiglione 6 Day Center, al secondo piano, proprio dove conduce la passerella sopraelevata che collega il Day Center sia al Padiglione 2 Centrale, sia al Padiglione 15 Monoblocco.

Immutati gli orari di apertura - lun-ven: 8.15-16.15 - e lo sportello dedicato unicamente al ritiro referti resta alPadiglione 8 Santa Maria - lun-ven: 8.15-16.15, sab: 9.00-13.00 - .

Nel nuovo CUP sarà presente anche lo sportello dedicato all'attività di Libera Professione - lun.- ven. 8.30 - 18.00 - , per prenotare visite ed esami in libera professione e per pagare le relative quote, che sostituirà quello attualmente operativo nella hall del Monoblocco.

Mappa delle nuove sedi in allegato.

Si ricorda che per prenotare una visita o un esame indicati su un'impegnativa, il cittadino ha a disposizione diversi canali:

  • Internet: il servizio GASS “Gestione per l’Accesso Semplificato ai Servizi socio sanitari” consente di prenotare on line visite ed esami e consultare o annullare gli appuntamenti già prenotati. Permette inoltre di consultare facilmente i propri referti di visite ambulatoriali e di esami di laboratorio effettuati presso tutte le strutture pubbliche della Regione Lombardia e le strutture Private Accreditate collegate al Sistema Informativo Socio Sanitario – SISS. Per attivarlo, è necessario richiedere la password. Visita il nostro sito (www.asst-settelaghi.it) per maggiori informazioni
  • farmacie
  • telefono: è possibile prenotare chiamando l’800.638.638, numero verde gratuito da rete fissa, oppure lo 02.99.95.99da rete mobile, a pagamento al costo previsto dal proprio piano tariffario, per prenotare le visite mediche e gli esami specialistici. Per farlo è sufficiente avere l'impegnativa del medico e la Carta Regionale dei Servizi (CRS)o la Carta Nazionale dei Servizi (CNS). Il servizio, accessibile da tutta Italia, è attivo da lunedì a sabato dalle ore 8.00 alle ore 20.00
  • CUP: da qualsiasi Centro Unico di Prenotazione è possibile prenotare le prestazioni specialistiche erogate dall'Azienda. Clicca qui per trovare il CUP più vicino.

La processionaria è un parassita dal quale è opportuno difendersi, dato che i peli urticanti, che ricoprono il corpo delle larve, possono causare vari tipi di disturbi.

E' importante la pianificazione e la messa in atto di adeguate azioni di prevenzione e di contrasto per contenere, per quanto possibile, la proliferazione di lepidotteri (euprottide, processionaria), che potrebbero essere causa nell’uomo di reazioni urticanti a livello cutaneo e di natura allergica, anche di entità severa.

In allegato gli approfondimenti e indicazioni.

Lo studio sui meccanismi cellulari che controllano la crescita dei virus tumorali è online sulla prestigiosa rivista americana Journal of Virology. La scoperta apre la strada alla cura dei tumori a patogenesi infettiva.

Oltre il 20% dei tumori che insorgono nell’uomo ha una patogenesi infettiva e in particolare virale. Tra le infezioni virali che predispongono al cancro si annoverano per esempio quelle da virus dell’Epatite B e C e da virus del papilloma.

Nel Laboratorio di Patologia Generale e Immunologia del Dipartimento di Scienze Chirurgiche e Morfologiche dell’Università degli Studi dell’Insubria, la dottoressa Greta Forlani - nell’équipe diretta dalla dottoressa Giovanna Tosi - ha scoperto un meccanismo molecolare attraverso cui le cellule infettate da un altro potente virus oncogeno umano, il virus HTLV-1 (Human T cell Lymphotropic Virus-1), responsabile di un’incurabile leucemia delle cellule linfocitarie T, bloccano la replicazione virale e la conseguente azione oncogena del virus. Il blocco è operato dal prodotto del gene cellulare Air-1, designato CIITA, scoperto vari anni fa dal professor Roberto Accolla, Direttore del Laboratorio di Patologia Generale e Immunologia, e avviene mediante il legame tra CIITA e la molecola oncogenica del virus HTLV-1, designata Tax-1. Legandosi a Tax-1, CIITA ne impedisce sia la dislocazione a livello nucleare dove Tax-1 attiva la replicazione virale e allo stesso tempo scompagina i meccanismi di controllo del ciclo cellulare, sia l’azione sul fattore cellulare NF-kB, che attivato da Tax-1 agirebbe di concerto per tenere sempre viva la replicazione cellulare e quindi la possibilità della cellula di subire mutazioni strumentali per la genesi del cancro.

La scoperta delle dottoresse Forlani e Tosi sarà pubblicata a breve dalla prestigiosa rivista americana Journal of Virology.

«Questa importante scoperta apre nuovi scenari - spiega il professor Accolla - sulle possibili vie di aggressione delle infezioni virali a rischio di trasformazione neoplastica. Nel laboratorio si lavora per controllare farmacologicamente l’espressione della molecola CIITA e quindi indurla dove e quando è necessario. L’importanza di questa scoperta sta anche nel fatto – continua il professor Accolla - che il fattore CIITA è un potente attivatore della risposta immunitaria e quindi esercita un’azione duplice sul virus HTLV-1. Da una parte lo blocca direttamente nella sua replicazione e dall’altra ne facilita l’eliminazione attraverso i meccanismi effettori del sistema immunitario. In un futuro molto prossimo queste nuove scoperte potranno contribuire a combattere più efficacemente i tumori indotti da virus».

Si tratta di un contributo economico una tantum di 800 euro per i secondi nati e di 1000 euro dal terzo figlio in poi, quale sostegno socio-economico al percorso di crescita del bambino. Il Bonus bebè non è previsto nel caso di figlio unico.

Regione Lombardia invia una comunicazione alle famiglie interessate, informandole della possibilità di richiedere il bonus, l’entità dello stesso e dei requisiti per accedere al contributo.

L’elenco delle famiglie cui inviare la comunicazione è individuato dai Centri nascita delle strutture ospedaliere della Lombardia.

Possono presentare domanda anche tutti coloro che soddisfano i requisiti indicati anche se non avranno ricevuto la comunicazione regionale (ad esempio in caso di nascita in una struttura ospedaliera di altra Regione o in caso di nascita presso la propria abitazione).

Criteri di accesso:

  • esercitare la responsabilità genitoriale sul bambino;
  • residenza continuativa di entrambi i genitori in Regione Lombardia da almeno 5 anni. Nel caso di famiglia mono genitoriale il requisito della residenza deve essere soddisfatto dal genitore richiedente il bonus;
  • bambini nati nel periodo compreso tra 8 ottobre 2015 e 31 dicembre 2015;
  • Isee rilasciato ai sensi del DPCM N. 159/2013 non superiore a € 30.000.

Il Bonus bebè è compatibile con i Fondi Nasko, Cresco, Sostengo e il Bonus bebè Inps.

INFO: Consultori oppure call center regionale 800 318 318 (dal lunedì al venerdì dalle 8.00 alle 21.00 e il sabato dalle 8.00 alle 20.00).

Per saperne di più: Reddito di autonomia - Bonus Bebè

I cittadini residenti/domiciliati o la cui azienda si trova nell'ambito dell'ATS dell'Insubria, per il 2016, potranno accedere alle sessioni d'esame per il conseguimento della patente all'uso dei gas tossici, fissate per i periodi maggio-giugno (sessione primaverile) e novembre-dicembre (sessione autunnale).

Gli aspiranti al conseguimento del predetto certificato, che abbiano compiuto 18 anni, dovranno far pervenire la propria domanda entro e non oltre:

  • 15 aprile 2016 per la sessione primaverile
  • 14 ottobre 2016 per la sessione autunnale

Patente uso gas tossici – Modulo/domanda

Vigifarmaco è il nuovo sistema per la segnalazione di reazioni avverse via web e è diventato il sistema ufficiale di AIFA - Agenzia Italiana del Farmaco.

L’Italia ha recepito la Direttiva 2010/84/UE col Decreto del Ministero della Salute 30 aprile 2015, che prevede per operatori e cittadini la possibilità di segnalare reazioni avverse tramite internet, oltre che con la consueta modalità utilizzata tramite compilazione di modulo cartaceo o informatico.

AIFA, in questo ambito, con il supporto dell’Università di Verona, ha reso disponibile il sito VIGIFARMACO, che permette agli utenti di compilare online una segnalazione di sospetta reazione avversa e di inviarla direttamente sul web, consentendo una più facile adesione al sistema sia per medici, farmacisti e altri operatori sanitari, che per gli stessi cittadini e incrementando così il numero di segnalazioni, per migliorare la qualità delle stesse.

In Vigifarmaco è possibile segnalare oltre alle sospette reazioni da farmaci anche quelle da vaccini, l’obiettivo ultimo è diminuire il fenomeno della sotto segnalazione, rendendo la procedura più semplice e veloce.

COME FUNZIONA:

COME INSERIRE UNA REAZIONE AVVERSA:

Sono presenti menu a tendina e box di testo di guida alla compilazione

  • Controllo interattivo dei dati incompleti o mancanti

Il sito è interattivo ed è possibile verificare immediatamente la completezza dei campi compilati e l'invio della segnalazione è completamente informatizzata.

Elenco delle sedi disponibili per i medici di continuità assistenziale da incaricare a tempo determinato a partire dal 01/03/2016: vai alla pagina Bandi di concorso.

Ultime news

Attivate 4 nuove linee per tamponi presso la base NATO di Solbiate Olona - Varese

La collaborazione tra il Comando NATO e ATS Insubria permetterà l’effettuazione di oltre 800 tamponi al giorno.

Leggi tutto...
Indennizzi: 167 milioni di euro per imprese e lavoratori

Indennizzi: 167 milioni di euro per imprese e lavoratori

I provvedimenti approvati dalla Giunta regionale il 17 novembre disegnano una architettura di aiuti integrati e complementari agli ultimi interventi emergenziali del Governo.

Leggi tutto...

Test Antigenici - Rapid Diagnostic Tests Ag-RDTS - Tampone Nasofaringeo - per la sorveglianza Covid-19. Disposizioni relative all’utilizzo - DGR n. XI / 3777 del 3 novembre 2020

Come previsto dalla DGR, si allega il materiale utile per comunicare ad ATS eventuali decisioni di avviare l’effettuazione dei test in forma privatistica, cioè in ambito NON SSR, anticipatamente all’avvio stesso.

Leggi tutto...

Torna su

Questo sito utilizza cookie tecnici e «di terze parti» necessari per il funzionamento e la navigazione dello stesso. Inoltre questo sito raccoglie dati statistici sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate e a norma di legge.

Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione su altre pagine, acconsenti all'uso dei cookie.