Si evidenzia la riduzione di nuovi casi totali rispetto alla settimana precedente, una riduzione dei casi attualmente positivi e un aumento di guariti.

La Legge Regionale n. 11 del 21 maggio 2020 - art. 23 - Disposizioni relative ai ticket sanitari, ha introdotto alcune agevolazioni per il pagamento delle prestazioni fruite, a seguito di erronea autocertificazione, senza il possesso dei requisiti previsti per le esenzioni per reddito/status (es. per disoccupazione).

Regione Lombardia, con la DGR 2609 del 9/12/2019, intende proseguire nel percorso avviato con la DGR N. 1114/2018 ed estendere sul territorio lombardo un modello organizzativo e di governance funzionale ed efficace rispetto all’attuazione di interventi di prevenzione e contrasto al GAP, curando in particolare il raccordo con gli obiettivi e le azioni dei Piani Locali GAP ex DGR 585/2018 e DGR 2597/2019, nonché perseguire una logica di coinvolgimento della comunità locale anche per individuare precocemente fattori di rischio e realizzare azioni di sistema che consentano lo sviluppo di fattori protettivi.

Nella settimana che va da mercoledì 20 a martedì 26 maggio, l’attività relativa ai test sierologici risulta decisamente incrementata.

L’analisi dei dati sull’andamento dell’epidemia nel territorio dell’ATS Insubria relativi alla settimana dal 17 al 23 maggio, di particolare interesse poiché segue di 14 giorni l’apertura parziale delle attività lavorative del 4 maggio, evidenzia una riduzione dei nuovi casi totali (da 342 a 223, ossia - 34,8% ), una diminuzione dei casi attualmente positivi (-767, da 4.538 a 3.771) e un aumento dei guariti (da 386 a 916, ossia +137,3%).

 

Solo per i deceduti si osserva un incremento di 37 casi, dovuti verosimilmente ad una crescita nella prima settimana di maggio, difficilmente attribuibile alla riapertura del 4 maggio ma da ricondurre a contagi verificatisi nei giorni antecedenti.

 

Sul totale dei 7.126 casi registrati da ATS Insubria, i soggetti positivi sono il 52,9%, i guariti il 32,0% e i deceduti il 15,1% (al 16 maggio erano rispettivamente il 65,7%, il 19,8% e il 14,5%).

 

L’incidenza settimanale in ATS, nelle ultime tre settimane si è  ridotta, passando da 41,7 a 23,2 a 15,1 per 100.000 abitanti.

    

La Direzione di ATS Insubria

Alla data del 21 maggio, nel territorio di ATS Insubria sono stati effettuati complessivamente 57.905 tamponi, da parte delle ASST, dell’ATS e delle Strutture Sanitarie e Sociosanitarie accreditate per un totale di 36.455 soggetti sottoposti al test.

Il totale dei tamponi comprende, oltre a quelli realizzati dalle ASST, 14.870 tamponi effettuati nelle RSA, di cui 5.850 sugli operatori, 10.974 tamponi eseguiti presso le postazioni tende in modalità “drive in” e 665 test effettuati al domicilio, per i soggetti con gravi patologie.

Nel totale dei tamponi eseguiti rientrano anche quelli segnalati dai Medici di Medicina Generale che, dall’avvio dell’attività di sorveglianza sanitaria disposta dalla DGR 3114 del 7 maggio 2020, sono stati 810 a fronte di 789 soggetti segnalati come “casi sospetti”.

Si precisa che tale differenza numerica è verosimilmente da imputare ad un disallineamento nel sistema informatico in uso nel SSR chiamato MaInf rispetto al software adottato da ATS Insubria che consente al Medico di Medicina Generale di prenotare direttamente l’appuntamento per l’esecuzione del tampone ai propri pazienti. Alla data odierna non risultano pertanto liste di attesa e tutti i soggetti segnalati sono stati sottoposti a tampone.

Si ricorda che il tampone è un test diagnostico finalizzato alla ricerca del virus a livello naso-faringeo e ha lo scopo di accertare l’eventuale contagiosità di un soggetto e dei suoi contatti stretti. Viene quindi eseguito su indicazione di ATS e, a seguito della DGR 3114, può essere richiesto anche dal Medico curante.

Analogamente, si segnala che le postazioni tende attualmente operative per l’attività di tamponatura, nel territorio di competenza di ATS Insubria, risultano sufficienti a soddisfare i bisogni rilevati secondo i criteri clinici ed epidemiologici indicati dalle disposizioni vigenti. Le postazioni sono operative a Varese in via O. Rossi 9, a Busto Arsizio presso Malpensa Fiere, a Luino zona Ospedale ex area Vis Nova, a Como in Via Castelnuovo 1 e presso la sede dell’associazione Croce Azzurra in Via Colonna 3 a Erba presso l’Associazione Lario Soccorso di via Trieste 17, a Lanzo, Centro Valle Intelvi loc. San Fedele presso la sede Croce rossa.

 

La Direzione di ATS Insubria 

Continua, nelle ASST del territorio di ATS Insubria, l’attività diagnostica relativa ai test sierologici. Le procedure avviate nelle settimane scorse si sono consolidate e il numero di test eseguiti è pressoché raddoppiato rispetto alla prima settimana.

Si registrano, infatti, 3.738 i test sierologici effettuati dal 29 aprile al 19 maggio, di cui 2.375 eseguiti nell’ultima settimana.  Il dato cumulativo comprende i test di screening sino ad ora eseguiti sugli operatori sanitari (3056) e quelli eseguiti su invito di ATS, relativo ai soggetti che hanno terminato la quarantena (609). Gli esiti noti, al momento,  riguardano soltanto 3.365 test.

 

Complessivamente gli esiti positivi sono 450 (13,4 %), gli esiti negativi sono 3.046 (83,1 % ) e sono 129 (3,5 %) i casi con esito incerto.

 

Il numero relativo ai soggetti in quarantena domiciliare risulta in diminuzione rispetto all’inizio della campagna di testing, in controtendenza rispetto al dato cumulativo  dell’intero periodo: 97 soggetti testati nell’ultima settimana. Questo dato si spiega con il naturale esaurimento degli elenchi dei nominativi forniti e con la non completa adesione dei soggetti “eleggibili”. A questo proposito, è opportuno ricordare che i test sierologici sono offerti da ATS ai soggetti guariti ed ai contatti posti in quarantena fiduciaria, al termine del periodo di isolamento e che l’adesione è volontaria.

                                                                                                   

La Direzione di ATS Insubria

Regione Lombardia ha integrato l’avviso pubblico ex Decreto N. 19023/2018 per l’acquisto di strumenti tecnologicamente avanzati: sono ora ammissibili le domande presentate dalle persone disabili che non potendo frequentare i Centri diurni socio-sanitari o sociali (quali i CDD, i CSE e gli SFA) durante il periodo di emergenza COVID19, o essendo solo supportati da remoto nei percorsi di autonomia di cui al decreto n. 19486/2018 e s.m.i., necessitano di tablet o PC (anche senza software specifici), per continuare a mantenere o sviluppare le abilità acquisite in termini per es. di socializzazione, per lo svolgimento delle attività di vita quotidiana”.

Si pubblica il Decreto 5071 / 2020, che integra l’avviso pubblico precedente.

Riferimenti ATS per l’istruttoria:

Sede Varese:
Assistente Sociale - Cinzia Iommazzo
tel. 0332277720
Da lunedì a giovedì 9.00 - 12.00 / 14.00 – 16.00
Venerdì 9.00 – 12.00

Sede di Como:
Assistente Sociale - Anna Zennari
tel. 031370267 (centralino: 031370111)
Da lunedì a venerdì 9.00 – 12.30

Ultime news

Azioni per la qualità della vita e l’inclusione sociale delle persone sottoposte a terapia oncologica – parrucche

Rifinanziamento della misura “Azioni per la qualità della vita e l’inclusione sociale delle persone sottoposte a terapia oncologica“ di cui alla DGR n. 1829/2019, per gli anni 2020 e 2021.

Leggi tutto...

Manifestazione d’interesse - presentazione di progetti di promozione della salute e contrasto al gioco d’azzardo patologico

Manifestazione d’interesse per l'individuazione di Dipartimenti di Sociologia di Università legalmente riconosciute per la presentazione di progetti che concorrano alla realizzazione delle azioni previste dalla D.G.R. N. XI/585 del 01/10/2018 - realizzazione seconda annualità.

Leggi tutto...

Avviso pubblico - Ricerca medici disponibili per visite mediche di controllo - INPS Como

L'INPS - Istituto Nazionale della Previdenza Sociale - Sede di Como - ha pubblicato un avviso per la ricerca di n. 3 medici disponibili, da subito, all’effettuazione, sia nella fascia antimeridiana che in quella pomeridiana, delle visite domiciliari di controllo disposte dall’INPS nei confronti dei soggetti residenti nel bacino di competenza del territorio di COMO.

Leggi tutto...

Torna su

Questo sito utilizza cookie tecnici e «di terze parti» necessari per il funzionamento e la navigazione dello stesso. Inoltre questo sito raccoglie dati statistici sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate e a norma di legge.

Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione su altre pagine, acconsenti all'uso dei cookie.