Visite: 234

117 studenti peer educator condividono le azioni concretizzate nelle singole scuole superiori di Como e Varese

 

Torna la giornata dedicata alla presentazione delle attività di Peer Education, organizzate per l’anno scolastico 2018-19, all’Istituto “G. Pessina” di Como e svoltasi stamattina.

Il progetto, avviato nel 2014, propone percorsi di educazione tra pari negli Istituti Superiori dei territori di Como e Varese su temi come l’alcol, le malattie sessualmente trasmissibili, la cannabis e l’alimentazione corretta.

L’educazione tra pari è tra i metodi educativi più utilizzati per la promozione della salute e consiste nell’individuare un piccolo gruppo di adolescenti che, dopo essere stati adeguatamente formati, condividono con altri ragazzi conoscenze, emozioni ed esperienze: gli studenti diventano, in questo modo, soggetti attivi della propria formazione. Questa metodologia favorisce lo sviluppo di maggior benessere a scuola ed è utile a migliorare positivamente il clima sociale della vita scolastica quotidiana.

 

La ricerca scientifica sostiene il ruolo fondamentale svolto dal coinvolgimento dei ragazzi quali attori co-protagonisti della loro formazione, anche per lo sviluppo delle "life skills", le competenze di vita quotidiana e quindi, la capacità di prendere decisioni e risolvere problemi, comunicare efficacemente, relazionarsi con gli altri, gestire le emozioni, lo stress e la resilienza.

 

“Costituiamo gruppi di circa 15-20 ragazzi delle classi III e IV, che vengono formati, per circa 20 ore, su tematiche specifiche, tecniche di comunicazione e di conduzione dei gruppi – spiega il dott. Raffaele Pacchetti responsabile dell’Unità operativa Promozione della Salute di ATS Insubria –. I ragazzi peer-educators, a gruppetti di 2 o 3, condividono i contenuti appresi sensibilizzando i compagni, sulle stesse tematiche, nelle classi prime e seconde del proprio Istituto”.

 

Nell’anno scolastico 2018-2019 sono stati attivati 6 progetti di educazione tra pari in 5 istituti, a Como al “Caio Plinio”, al “Carcano” e all’Istituto “Pessina”, ad Appiano Gentile al “Pessina”, a Olgiate al Liceo “Terragni” e a Gavirate all’Istituto “Stein”.

 

Sono stati formati 117 educatori tra pari, che hanno condiviso interventi con 1270 studenti del primo anno e 820 studenti del secondo per un totale di 2090 studenti raggiunti.

Torna all'inizio del contenuto

Questo sito utilizza cookie tecnici e «di terze parti» necessari per il funzionamento e la navigazione dello stesso. Inoltre questo sito raccoglie dati statistici sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate e a norma di legge.

Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione su altre pagine, acconsenti all'uso dei cookie.