ATS Insubria - Agenzia di Tutela della Salute - ha organizzato un evento formativo di sensibilizzazione e approfondimento sul tema della trasparenza e della legalità. Il Direttore Generale di ATS Insubria, Lucas Maria Gutierrez è intervenuto spiegando che “il Piano triennale, pubblicato sul sito di ATS il 10 gennaio, è in visione fino al 31 gennaio, prima quindi che venga deliberato, in un’ottica di sensibilizzazione partecipativa: questa visione permette di valorizzare l’aspetto preventivo che si concretizza in un cambiamento culturale e valoriale”.

L’incontro, svoltosi stamane presso l’Aula Magna dell’Università degli Studi dell’Insubria a Varese, ha offerto l’occasione per presentare il “Piano di Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza 2020-2022” che si configura come lo strumento che rende sistematico il processo di prevenzione del rischio, ne definisce gli obiettivi e il programma delle attività finalizzate all’effettiva applicazione delle misure.

 

Il tema della legalità è stato affrontato secondo una prospettiva bio-psico-sociale, con l’intervento di Vincenzo Marino, Medico Psicoterapeuta, Specialista in Psicologia Medica, Psichiatria che ha affrontato il tema dei comportamenti corruttivi con un approccio antropologico, fornendo spunti di riflessione su cause, effetti e strategie di prevenzione.

 

Il Sostituto Procuratore presso il Tribunale di Varese Lorenzo Dalla Palma ha approfondito gli aspetti di carattere penale dei comportamenti corruttivi, trattando il tema della legalità, dalla definizione di corruzione all’analisi del fenomeno nella sua effettiva entità, secondo la prospettiva giuspenalista.

 

Il Direttore Sociosanitario di ATS Insubria Ester Poncato, presentando il sistema di gestione del rischio, a partire da quello corruttivo, e le misure proposte dall’Agenzia per contrastare possibili situazioni sintomatiche di cattiva amministrazione ha sottolineato che “la sensibilizzazione e l’empowerment sono la via maestra per mettere in atto comportamenti virtuosi e di buona amministrazione”.

 

Gli interventi sono stati conclusi dal Responsabile Prevenzione Corruzione e Trasparenza, Daniela De Bernardi che ha illustrato il “Piano triennale di Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza 2020-2022”.

Torna su

Questo sito utilizza cookie tecnici e «di terze parti» necessari per il funzionamento e la navigazione dello stesso. Inoltre questo sito raccoglie dati statistici sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate e a norma di legge.

Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione su altre pagine, acconsenti all'uso dei cookie.