Visite: 112

Mercoledì 4 dicembre 2019 alle ore 15.45, Confindustria Como e ATS Insubria discutono di Workplace Health Promotion e premiano le aziende lariane che si sono distinte nell’ambito del programma WHP

Como, 29 novembre 2019Mercoledì 4 dicembre 2019 alle ore 15.45, Confindustria Como e ATS Insubria presentano nella sede di Via Raimondi 1 il convegno "WHP nel territorio di Como". L'evento rappresenta una preziosa occasione per discutere di Workplace Health Promotion insieme a esperti di settore e imprese 'virtuose' e rientra nelle attività da tempo avviate per promuovere l'importanza di adottare stili di vita salutari tra i dipendenti e la comunità collegata, con risultati positivi sulla qualità di vita dei lavoratori, sul clima aziendale e sulla produttività.

Dopo l’introduzione di Claudio Gerosa (Vicepresidente di Confindustria Como con delega alle Relazioni Industriali e Welfare), la Dott.ssa Marinella Valoti (psicologa - ATS Bergamo) parlerà del Programma Take 5 mentre la Dott.ssa Maria Antonietta Bianchi (Responsabile Qualità della Nutrizione e Stili di Vita Alimentari - ATS Insubria) si concentrerà sulla riduzione degli sprechi. Il  Dott. Marco Orsenigo (Coordinamento Territoriale Como - ATS Insubria) affronterà il delicato tema della conciliazione vita – lavoro, seguito dalla Dott.ssa Valentina Frigerio (psicologa) e dalla Dott.ssa Lara Napoli (educatrice) che discuteranno delle dinamiche relazionali tra colleghi. Infine, il Dott. Raffaele Pacchetti (Responsabile programma WHP – ATS Insubria) parlerà del riconoscimento al medico competente. Verranno quindi condivise le esperienze delle aziende comasche aderenti al programma WHP, che al termine del convegno riceveranno il premio “Azienda che promuove salute 2019”.

Ecco nel dettaglio le imprese vincitrici: ASST LARIANA (Presidi Ospedalieri San Fermo della Battaglia – Cantù – Mariano Comense - Menaggio), AZIENDA SOCIALE COMUNI INSIEME (Lomazzo), CAGLIFICIO CLERICI S.p.A. (Cadorago), CAMST SOC. COOP. a r.l. (Como), CELLOGRAFICA GEROSA S.p.A. (Inverigo), R.S.A. SAN GIOVANNI - FONDAZIONE OPERA PIA F. COLLEONI DE MAESTRI ONLUS (Asso), FONDAZIONE GIUSEPPINA PRINA ONLUS (Erba), GENTIUM S.r.l. (Villa Guardia), NUOVA DEFIM S.p.A. (Anzano del Parco), RATTI S.p.A. (Guanzate), SAATI S.p.A. (Appiano Gentile e Veniano), SACCO S.r.l. (Cadorago), SMURFIT KAPPA ITALIA SPA (Orsenigo), CONFINDUSTRIA COMO e UNINDUSTRIA SERVIZI (Como).

L'incontro è a partecipazione libera previa iscrizione online all’indirizzo email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

 

IL PROGRAMMA WHP

Il programma Workplace Health Promotion (WHP) sviluppa il concetto di promozione della salute sul luogo di lavoro e presuppone che un’azienda offra ai propri lavoratori opportunità per migliorare la propria salute, riducendo i fattori di rischio generali e in particolare quelli maggiormente implicati nella genesi delle malattie croniche. I luoghi di lavoro che promuovono la salute, ad esempio, incentivano e favoriscono l’attività fisica, offrono opportunità per smettere di fumare, promuovono un’alimentazione sana, attuano misure per migliorare il benessere sul lavoro e in famiglia.

Il programma della Rete WHP Lombardia è attivato e coordinato localmente dalle Agenzie di Tutela della Salute – ATS locali. In particolare, ATS Insubria sul nostro territorio mette a disposizione delle imprese i propri esperti per condividere procedure e strumenti di lavoro già validati, in un’ottica di efficienza per la selezione delle buone pratiche, tenuto conto delle peculiarità territoriali.

Confindustria Como promuove il progetto tra le proprie imprese associate, cercando di massimizzare l’adesione con l’obiettivo di coinvolgere tutte le aziende, per diffondere il più possibile queste buone pratiche di promozione della salute (intesa come benessere fisico, psicologico e sociale) nel sistema produttivo locale. L’implementazione di tali pratiche contribuisce infatti anche alla competitività delle aziende agendo sul miglioramento dell’organizzazione aziendale, sul coinvolgimento dei collaboratori, sul loro benessere e sulla produttività. D’altro canto, la diffusione tra i lavoratori una cultura della salute che favorisca il miglioramento della qualità della vita individuale ed organizzativa si estende direttamente e indirettamente anche a tutta la comunità locale con ricadute sull’intero sistema sanitario, in un’ottica di valore condiviso e benessere diffuso.

Torna all'inizio del contenuto

Questo sito utilizza cookie tecnici e «di terze parti» necessari per il funzionamento e la navigazione dello stesso. Inoltre questo sito raccoglie dati statistici sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate e a norma di legge.

Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione su altre pagine, acconsenti all'uso dei cookie.