Visite: 105

 

Il Corriere Salute intervista il Dott. Domenico Di Giorgio - Dirigente area ispezioni e certificazioni - Dirigente Ufficio Qualità dei prodotti e Contrasto al Crimine Farmaceutico AIFA -, che cita le buone pratiche del Servizio Farmaceutico di ATS Insubria Abbiamo intensificato i controlli per evitare l'esportazione parallela di farmaci la cui carenza genera problemi di salute pubblica e, insieme alle Regioni, abbiamo identificato una serie di prodotti critici "traccianti" che ci sono serviti per verificare sul campo i meccanismi di rastrellamento, per capire cosa succedeva, e più di un operatore che non seguiva le norme è stato sanzionato. Sicuramente servono controlli più stringenti sul territorio. Il tavolo lavora per estendere le buone pratiche locali che sono state studiate in questi anni, come quella delle ATS (Agenzia di tutela della salute) di Insubria e Brianza, molto attive nelle ispezioni sull'esportazione”.

 

In allegato l’articolo integrale

 

Torna all'inizio del contenuto

Questo sito utilizza cookie tecnici e «di terze parti» necessari per il funzionamento e la navigazione dello stesso. Inoltre questo sito raccoglie dati statistici sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate e a norma di legge.

Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione su altre pagine, acconsenti all'uso dei cookie.