ATS Insubria invita a ridurre l’uso di tabacco e a trascorre “24 ore senza fumo”

In applicazione delle direttive regionali nell’ambito del governo della prevenzione e tutela sanitaria, continua a dare impulso ai progetti integrati di promozione della salute, sia nelle Scuole che nelle comunità lavorative: il Progetto “Scuole che promuovono salute” e il Programma “WHP” sono interventi pianificati per diffondere un messaggio di stile di vita positivo, che favorisca l’abbandono e la disassuefazione dal fumo di tabacco.

L’OMS stima che, se non saranno attuate efficaci politiche di contrasto al fumo del tabacco, entro il 2030 moriranno ogni anno oltre 8 milioni di fumatori e più dell’80% di questi decessi prevenibili sarà tra le persone che vivono nei paesi a basso e medio reddito.

Nel 2014 il Parlamento e il Consiglio d’Europa hanno approvato la direttiva 40 per allineare gli Stati membri nella regolamentazione dei tabacchi, contrastando la disinformazione e la manipolazione che sostengono il diffondersi della dipendenza da tabacco. L’Italia con il Decreto Legislativo tabacchi, dal 20 maggio 2016, ha ottemperato alle indicazioni UE e, in particolare, si segnala che:
• Sui pacchetti di sigarette, oltre ai messaggi di testo attuali, ci sono immagini (art.11), che attirano l’attenzione dei fumatori più del solo testo, inducono pensieri relativi ai rischi per la salute, spingono a desistere dall’intenzione di fumare la sigaretta e fanno aumentare la frequenza di tentativi di smettere.
• Le industrie sono obbligate a segnalare gli additivi utilizzati nei prodotti del tabacco.
• Viene potenziato il divieto di vendita ai minori di prodotti del tabacco e le sanzioni per i rivenditori sono inasprite, il tabaccaio che vende sigarette di tabacco o elettroniche a un minore, pagherà da 500 a 3000 €, con la sospensione della licenza per 15 giorni.
• Vengono eliminati i pacchetti da 10 e le confezioni di tabacco per sigarette rollate a mano di peso inferiore ai 30 grammi.

Il Ministero della Salute, poi, ha stabilito il divieto di fumo negli autoveicoli che trasportano minori o donne in gravidanza e nelle pertinenze esterne di strutture ospedaliere pediatriche e ostetrico-ginecologiche.

Il Ministero della Salute ha messo a disposizione un numero verde per INFO che possano orientare il cittadino verso la soluzione a lui più adeguata. Video

È possibile rivolgersi al proprio Medico di Medicina Generale per iniziare il percorso di disassuefazione.

 

Allegati:
Scarica questo file (Lotta al fumo_2016.jpg)Lotta al fumo_2016.jpg[ ]1130 kB

Ultime news

Interventi a favore di persone con gravissime disabilità e in condizioni di non autosufficienza – MISURA B1

Regione Lombardia con D.G.R. 4138 del 21/12/2020, anche per l’anno 2021, ha previsto l’erogazione del buono e del voucher a favore di persone in condizione di non autosufficienza e gravissima disabilità - Misura B1 -, per promuovere il benessere e la qualità di vita della persona in condizione di gravissima disabilità, assistita al proprio domicilio in un contesto più ampio di inclusione sociale. 

Leggi tutto...

Azioni per la qualità della vita e l’inclusione sociale delle persone sottoposte a terapia oncologica – parrucche

Rifinanziamento della misura “Azioni per la qualità della vita e l’inclusione sociale delle persone sottoposte a terapia oncologica“ di cui alla DGR n. 1829/2019, per gli anni 2020 e 2021.

Leggi tutto...

Manifestazione d’interesse - presentazione di progetti di promozione della salute e contrasto al gioco d’azzardo patologico

Manifestazione d’interesse per l'individuazione di Dipartimenti di Sociologia di Università legalmente riconosciute per la presentazione di progetti che concorrano alla realizzazione delle azioni previste dalla D.G.R. N. XI/585 del 01/10/2018 - realizzazione seconda annualità.

Leggi tutto...

Torna su

Questo sito utilizza cookie tecnici e «di terze parti» necessari per il funzionamento e la navigazione dello stesso. Inoltre questo sito raccoglie dati statistici sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate e a norma di legge.

Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione su altre pagine, acconsenti all'uso dei cookie.