“Parlarne si può”, iniziativa promossa - dal 4 marzo - dal reparto con l’associazione Centro di Riferimento Oncologico “Tullio Cairoli”, parte il 4 marzo nel presidio di San Fermo della Battaglia.

L’idea nasce dalla collaborazione tra l’Unita Operativa di Oncologia dell’Azienda sociosanitaria territoriale Lariana e l’associazione Centro di Riferimento Oncologico “Tullio Cairoli”: “La malattia oncologica – sottolinea Monica Giordano, primario del reparto e presidente della onlus - stravolge la quotidianità e comporta significative ripercussioni tanto sul paziente che sulla sua famiglia. Concentrati sulle terapie contro il tumore, per quanto attenti a fornire informazioni corrette, spiegazioni esaurienti con competenza e disponibilità i medici rischiano a volte di non essere in grado di accogliere il vissuto emotivo dei pazienti. Incertezze e paure non dissipate possono influenzare in modo negativo l’affrontare le varie fasi di malattia e le terapie proposte.

La condivisione di esperienze comuni ‘guidata’ da un esperto, il parlare ‘tra pari’ di simili bisogni e difficoltà può avere un significato “terapeutico” e attenuare ansie e preoccupazioni”. I gruppi, finalizzati al confronto e all’aiuto reciproco, sono gratuiti, non necessitano di prenotazione e si svolgeranno nel Day Hospital Oncologico, al piano 0 blu del presidio di San Fermo della Battaglia, dalle 16.30 alle 18 secondo questo calendario: 4 marzo, 1° aprile, 6 maggio, 10 giugno, 1° luglio. Le date degli incontri successivi verranno comunicate nel mese di luglio.

I gruppi di auto-mutuo-aiuto sono spazi di ascolto e di parola, come spiega Pierluigia Verga, la psicologa della “Tullio Cairoli” che seguirà gli incontri: “I gruppi rappresentano una possibilità di espressione libera e di apprendimento per le persone che vivono esperienze simili di fatica, di stress e di dolore emotivo. I pazienti con malattia oncologica spesso temono di impensierire i propri familiari e di essere loro di peso. Allora si trattengono, stanno in silenzio e talvolta evitano di esprimersi per non doversi poi occupare anche della tristezza e dell’ansia del proprio caro. A volte, se parlano, si sentono incompresi ‘perché se non ci sei passato non puoi capire’ – continua la psicologa. Anche per questo motivo, incontrarsi con altri ‘che sanno davvero’ è un’opportunità per un contatto umano significativo e per sentire autentica solidarietà”.

L’esperienza psicologica con i gruppi AMA (Auto-Mutuo-Aiuto), attivati in molte città italiane a supporto di situazioni di malattia, lutto, ecc. dimostra che il sostegno fra persone che si riconoscono in analoghe vicende è intenso e incisivo. La somministrazione nell’Oncologia del Sant’Anna durante questi ultimi anni del Need Evaluation Questionnaire ai pazienti in chemioterapia (progetto HUCARE) ha evidenziato la necessità di molti fra loro di parlarsi e aiutarsi: Parlarne si può intende proprio soddisfare questo bisogno.

Allegati:
Scarica questo file (Locandina_Parlarne_si_puo.jpg)Locandina_Parlarne_si_puo.jpg[ ]204 kB

Ultime news

Attivate 4 nuove linee per tamponi presso la base NATO di Solbiate Olona - Varese

La collaborazione tra il Comando NATO e ATS Insubria permetterà l’effettuazione di oltre 800 tamponi al giorno.

Leggi tutto...
Indennizzi: 167 milioni di euro per imprese e lavoratori

Indennizzi: 167 milioni di euro per imprese e lavoratori

I provvedimenti approvati dalla Giunta regionale il 17 novembre disegnano una architettura di aiuti integrati e complementari agli ultimi interventi emergenziali del Governo.

Leggi tutto...

Test Antigenici - Rapid Diagnostic Tests Ag-RDTS - Tampone Nasofaringeo - per la sorveglianza Covid-19. Disposizioni relative all’utilizzo - DGR n. XI / 3777 del 3 novembre 2020

Come previsto dalla DGR, si allega il materiale utile per comunicare ad ATS eventuali decisioni di avviare l’effettuazione dei test in forma privatistica, cioè in ambito NON SSR, anticipatamente all’avvio stesso.

Leggi tutto...

Torna su

Questo sito utilizza cookie tecnici e «di terze parti» necessari per il funzionamento e la navigazione dello stesso. Inoltre questo sito raccoglie dati statistici sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate e a norma di legge.

Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione su altre pagine, acconsenti all'uso dei cookie.