ATS dell'Insubria

Canili Sanitari

Il Canile Sanitario è una struttura destinata al ricovero temporaneo di:

  • Cani morsicatori, cani vaganti catturati, rinvenuti o consegnati dal rinvenitore direttamente o tramite la Forza Pubblica
  • Gatti morsicatori, gatti che vivono in libertà e catturati nell’ambito dei piani di sterilizzazione attivati dal Dipartimento di Prevenzione Veterinario

I referenti dei canili sanitari provvedono a restituire i cani catturati ed identificati al legittimo proprietario.

Il cane ricoverato presso il Canile Sanitario viene visitato da un Veterinario, sottoposto alle cure ed ai trattamenti profilattici nei confronti delle principali malattie infettive e parassitarie e, qualora non lo sia, identificato mediante il microchip, viene redatta inoltre una scheda clinica. In ambito di promozione delle adozioni, le immagini fotografiche dei cani catturati, privi di proprietario, vengono pubblicate nella home page della banca dati regionale Anagrafe degli Animali d’Affezione consultabile sul sito www.anagrafecaninalombardia.it

Il cane rimane in osservazione presso il canile sanitario per 10 giorni, o per il tempo che si rende necessario per comprovate esigenze sanitarie, trascorso tale periodo, viene affidato al canile rifugio convenzionato con il Comune in cui è stato catturato. Dal trasferimento nel canile rifugio il cane diventa adottabile per chi ne fa richiesta, l’adozione ha carattere temporaneo e diventa definitiva trascorsi 60 giorni dalla data della cattura.

Modalità di attivazione del servizio

Il privato cittadino che nota la presenza di un cane incustodito/vagante lo deve segnalare al Comando della Polizia Locale del Comune, che provvederà all’attivazione del servizio di accalappiamento cani.

Negli orari notturni e giorni festivi e prefestivi, il privato cittadino può chiedere direttamente l’intervento dell’operatore accalappiacani chiamando i seguenti numeri:

  • +39.0332.277111 per l’area territoriale di Varese
  • +39.031.370111 per l’area territoriale di Como

L’intervento dell’accalappiacani può anche essere richiesto dalle Forze dell'Ordine (Carabinieri, Polizia di Stato, Guardia di Finanza, Corpo Forestale dello Stato, Vigili del Fuoco) che trovandosi in servizio di pattugliamento riscontrano la presenza di un cane vagante nel territorio di un qualsiasi Comune del territorio dell’Insubria.

 

Questo sito utilizza cookie tecnici e «di terze parti» necessari per il funzionamento e la navigazione dello stesso. Inoltre questo sito raccoglie dati statistici sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate e a norma di legge.

Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione su altre pagine, acconsenti all'uso dei cookie.