L’Italia con D. Lgs. 4 marzo 2014, n. 38, ha recepito la direttiva 2011/24/UE riguardante l'applicazione dei diritti degli assistiti in relazione all'assistenza sanitaria transfrontaliera.

I cittadini iscritti al SSN che necessitano di prestazioni, prescrivibili a carico del servizio sanitario, possono fruire delle stesse in un altro Stato dell’Unione Europea ottenendo successivamente in Italia il rimborso dei costi sostenuti, in misura corrispondente alle tariffe regionali vigenti per le medesime prestazioni.

Si evidenzia che la predetta normativa si applica unicamente negli Stati della Comunità Europea.

Sono esclusi: Norvegia - Islanda - Liechtenstein – Svizzera e gli Stati extraeuropei.

Si precisa che la direttiva NON si applica a:

  • servizi assistenziali di lunga durata il cui scopo sia di sostenere le persone che necessitano di assistenza nello svolgimento di compiti quotidiani e di routine
  • assegnazione ed accesso agli organi ai fini dei trapianti di organo
  • programmi di vaccinazione contro le malattie contagiose, volti esclusivamente a proteggere la salute della popolazione nel territorio nazionale e subordinati ad una pianificazione e a misure di attuazione

ATS provvede esclusivamente alla liquidazione dei rimborsi.

Per la presentazione delle richieste di autorizzazione e di successivo rimborso – modulistica in allegato - i richiedenti devono rivolgersi ai Distretti ASST territorialmente competenti con riferimento alla residenza dell'assistito.

Si raccomanda di rivolgersi sempre preventivamente ai competenti Uffici Distrettuali ASST per ricevere dettagliate indicazioni e verificare e quantificare i rimborsi ottenibili per le specifiche prestazioni.

È prevista la preventiva autorizzazione OBBLIGATORIA nei seguenti casi (art. 9 D. Lgs. 38/2014):

  • ricovero del paziente per almeno una notte
  • utilizzo di un'infrastruttura sanitaria o di apparecchiature mediche altamente specializzate e costose, comprese quelle utilizzate nella diagnostica strumentale
  • cure che comportano un rischio particolare per il paziente o la popolazione
  • cure erogate da un prestatore di assistenza sanitaria che potrebbe suscitare gravi e specifiche preoccupazioni quanto alla qualità o alla sicurezza dell’assistenza

Gli assistiti che hanno fruito di assistenza sanitaria transfrontaliera hanno diritto al rimborso dei costi sostenuti se le prestazioni sanitarie fruite sono comprese nei Livelli Essenziali di Assistenza e in misura corrispondente alle tariffe regionali vigenti al netto della compartecipazione alla spesa (ticket sanitario) secondo la normativa vigente.

In ogni caso, tale rimborsò non può superare il costo effettivo sostenuto.

 

Ultime news

Avvisi pubblici per il conferimento di incarichi provvisori medici di medicina generale e pediatri di famiglia – anno 2022

ATS Insubria pubblica gli avvisi per il conferimento di incarichi provvisori rispettivamente per medici di medicina generale - assistenza primaria e continuità assistenziale - e pediatri di famiglia.

Leggi tutto...

Incarichi di Assistenza Primaria - provvisori o di sostituzione

ATS Insubria, nelle more della definitiva assegnazione degli ambiti carenti, intende conferire i seguenti INCARICHI DI ASSISTENZA PRIMARIA - incarichi provvisori o di sostituzione:

Leggi tutto...

Bando Genitori Separati 2022

Regione Lombardia proroga il termine di scadenza dal 31/12/2021 al 31/12/2022 per la presentazione delle domande relative al Bando Genitori separati - vedasi pagina dedicata sul sito - di cui all’allegato A del decreto n. 3167 del 10/03/2020 “Implementazione degli interventi di sostegno abitativo a favore dei coniugi separati o divorziati in condizioni di disagio economico” art. 5 L.R. 24.06.2014 N. 18.

Leggi tutto...

Parrucche 2022 - azioni per la qualità della vita e l’inclusione sociale delle persone sottoposte a terapia oncologica

Rifinanziamento della misura “Azioni per la qualità della vita e l’inclusione sociale delle persone sottoposte a terapia oncologica” di cui alla DGR n. 1829/2019, per gli anni 2021 e 2022.

Leggi tutto...

Gestione casi covid-19

Schema relativo alle modalità di gestione dei casi Covid sintomatici, positivi e contatti di caso.

Avvertenze:

  • l’esito del tampone antigenico NON deve essere confermato da tampone molecolare
  • i tamponi auto-somministrati NON sono ritenuti validi
  • i problemi con il green pass possono essere segnalati sui form di ATS
  • il caso positivo che NON riceve SMS verifica con chi ha eseguito il test il coretto invio nei flussi regionali 
Leggi tutto...

Ulteriori disposizioni in materia di esenzioni dal ticket sanitario - DGR 5805 del 29/12/2021 - proroga esenzioni al 31 marzo 2022

Regione Lombardia ha approvato la DGR 5805/2021 che prevede:

  1. La proroga al 31.03.2022 di tutte le autocertificazioni relative al diritto alla esenzione per reddito dal ticket sanitario, in scadenza prima di tale data, ferma restando la sussistenza del diritto all’esenzione;
  2. La proroga al 31.03.2022 delle esenzioni per patologia scadute o in scadenza nel periodo compreso tra 1.1.2022 e 30.03.2022, ferma restando la sussistenza del diritto all’esenzione. Leggi tutto...

Torna su

Questo sito utilizza cookie tecnici e «di terze parti» necessari per il funzionamento e la navigazione dello stesso. Inoltre questo sito raccoglie dati statistici sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate e a norma di legge.

Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione su altre pagine, acconsenti all'uso dei cookie.