Assistenza Domiciliare Integrata (ADI)

ADI Ordinaria

Le cure domiciliari di ADI ordinaria si collocano nella rete dei servizi sociosanitari territoriali e garantiscono alle persone non autosufficienti e in condizioni di fragilità, sia Covid negative che Covid positive, percorsi assistenziali a domicilio di presa in carico.

L’attuale recrudescenza della pandemia da Covid 19 rende indispensabile che gli Enti Erogatori di ADI Ordinaria, a contratto con ATS, garantiscano anche ai pazienti Covid positivi le medesime prestazioni ritenute adeguate ai bisogni assistenziali e/o riabilitativi a seguito della valutazione effettuata dalle equipes multidimensionali dell’ASST di domicilio dell’utente.

Il profilo di ADI Ordinaria, sia esso già attivo o in fase di attivazione, ricomprende anche le prestazioni di educazione sanitaria e di monitoraggio previste nel Profilo ADI Covid, che pertanto non può essere attivato contemporaneamente a quello di ADI Ordinaria.

L’ADI ha pertanto tra i suoi obiettivi:

  • migliorare la qualità di vita, limitando il declino funzionale della persona;
  • supportare la famiglia nel lavoro di cura;
  • ridurre i ricoveri ospedalieri impropri e il ricorso ai servizi di emergenza/urgenza;
  • evitare, laddove possibile, il ricovero definitivo in strutture residenziali.

Il servizio ADI si rivolge a persone residenti in Regione Lombardia, di qualunque età, che necessitano di cure domiciliari in quanto in situazione di fragilità.

Per accedere al servizio devono essere presenti tutte le seguenti condizioni:

  • bisogni sanitari e sociosanitari gestibili al domicilio;
  • non autosufficienza, parziale o totale, di carattere temporaneo o definitivo;
  • non deambulabilità e non trasportabilità, con i comuni mezzi, presso i servizi ambulatoriali territoriali;
  • presenza di una rete familiare formale e/o informale di supporto;
  • abitative che garantiscono la praticabilità dell’assistenza.

Il certificato del Medico di Medicina Generale o del Pediatra di Famiglia, in presenza delle sopra citate condizioni, è necessario per presentarsi presso gli uffici territoriali a voi più vicini.

L’Assistenza Domiciliare Integrata – ADI, in quanto Livello Essenziale di Assistenza (LEA),riguarda specifiche prestazioni ed attività, sia di natura sociosanitaria che sociale a rilievo sanitario, rese in modo integrato al domicilio della persona con bisogni complessi. Sono erogabili le prestazioni mediche, infermieristiche, di aiuto infermieristico, riabilitative,educative, psicologiche e di assistenza tutelare.

Il servizio ADI viene erogato da Enti Erogatori accreditati dalla Regione Lombardia e contrattualizzati dalla ATS dell’Insubria di seguito elencati:

 

Profilo ADI Covid

La DGR 2986/2020 e successive modifiche e integrazioni ha introdotto un ulteriore percorso di assistenza domiciliare, denominato Profilo ADI Covid, destinato ad assistiti in situazione di fragilità sanitaria/sociosanitaria, COVID positivi o sospetti tali, che necessitano di interventi mirati di educazione sanitaria e di monitoraggio dello stato di salute e non di prestazioni riconducibili all’ADI Ordinaria.

Presupposto fondamentale per la gestione domiciliare con profilo ADI-COVID è che il paziente, Covid positivo o sospetto tale, presenti sintomi lievi di infezione e che sia possibile garantire un isolamento domiciliare adeguato, attraverso la valutazione di sicurezza dell’ambiente domestico del paziente e dell’adeguatezza del caregiver.

L’attivazione del profilo ADI-COVID avviene secondo le modalità già previste per l’ADI Ordinaria, a seguito di richiesta, su ricettario dell’SSR, da parte del MMG/PLS.

Il profilo ADI-COVID non può essere attivato contemporaneamente ad un profilo di ADI Ordinaria o di Cure Palliative.

 

Normativa

Ultime news

Vaccinazioni Anti-Covid: sospensione cautelativa delle seconde dosi per gli under 60 vaccinati in prima dose con Astrazeneca

La Direzione Generale Welfare ha disposto la temporanea e immediata sospensione della somministrazione della seconda dose ai soggetti under 60, che hanno ricevuto la prima dose con vaccino Astrazeneca: gli appuntamenti delle somministrazioni delle seconde dosi verranno ricalendarizzate secondo le indicazioni che verranno fornite appena possibile.

Leggi tutto...

Confindustria Como e ATS Insubria presentano online il programma WHP Work Health Promotion: un'opportunità di Promozione della Salute e del Benessere nelle aziende

Mercoledì 16 giugno 2021 alle ore 11, è in programma un webinar dedicato al progetto con la testimonianza delle aziende comasche SAATI spa e Gentium srl che hanno avviato iniziative virtuose per promuovere la salute nei luoghi di lavoro

Leggi tutto...

Dal 28 giugno tutti potranno modificare la prenotazione per la seconda dose di vaccino

Dal 28 giugno sarà possibile per tutti i cittadini modificare l’appuntamento per la somministrazione della 2^ dose vaccinale, all’interno del range di validità del singolo vaccino e delle disponibilità delle agende, attraverso il portale di prenotazione regionale.

Torna su

Questo sito utilizza cookie tecnici e «di terze parti» necessari per il funzionamento e la navigazione dello stesso. Inoltre questo sito raccoglie dati statistici sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate e a norma di legge.

Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione su altre pagine, acconsenti all'uso dei cookie.