Screening oncologici

I programmi di screening mammografico e del colon-retto hanno ripreso l’attività, dopo le sospensioni a causa dell’emergenza COVID-19. Regione Lombardia ha indicato alle ATS di dare priorità alla fascia d’età 50 -69 anni e alle persone già aderenti allo screening. Le Radiologie hanno programmato gli esami, nelle diverse sedute, assicurando le necessarie “misure di biosicurezza”: distanziamento, sanificazione, compilazione della scheda anamnestica, ecc.
ATS Insubria mantiene l’impegno di promuovere le azioni finalizzate ad estendere l’invito, appena possibile, a tutte le altre persone destinatarie del programma di prevenzione oncologica in base alle disponibilità delle Radiologie ed Endoscopie.

Gli screening oncologici sono esami rivolti a persone, tra i 50 e i 74 anni, per identificare un tumore prima che si manifesti. È molto importante effettuare gli screening con le modalità e le tempistiche proposte e comunicate da ATS.

Almeno la metà dei tumori sono prevenibili se si adottano stili di vita sani. Ricordiamo di:

  • svolgere attività fisica costante
  • seguire una dieta equilibrata e ponderata
  • non fumare
  • fare un uso moderato di bevande alcooliche

Indicazioni di Regione Lombardia: Screening per la prevenzione dei tumori

Approfondimenti: ONS - Osservatorio Nazionale Screening

 

Programma di Screening mammografico

In Italia, il tumore alla mammella rappresenta quasi un terzo di tutte le diagnosi tumorali che colpiscono le donne, essendo la forma più frequente. L'incidenza, ovvero le nuove diagnosi annuali, da diversi anni è stabile, mentre la mortalità mostra, dalla fine degli anni ’90 ad oggi, una moderata ma continua tendenza alla diminuzione, attribuibile sia alla diagnosi precoce che al miglioramento delle cure.

La finalità del programma di screening mammografico è di diminuire la mortalità per questo tumore, oltre che aumentare la sopravvivenza e migliorare la qualità della vita delle persone che ne sono affette.

 

Programma di Screening colon rettale

Il carcinoma colon rettale é un tumore che colpisce l’ultima parte dell’intestino. In Italia è al secondo posto come frequenza (13%) e mortalità (11%), tra le malattie tumorali che colpiscono la popolazione. La sopravvivenza è in aumento e l’incidenza, cioè le nuove diagnosi annuali, dopo un picco nel 2007 tende a calare anche grazie ai programmi di screening che intercettano le lesioni pre-cancerose (adenomi). La finalità del programma di screening colon rettale è quindi di diminuire l’incidenza e la mortalità per questo tumore, oltre che aumentare la sopravvivenza e migliorare la qualità della vita delle persone che ne sono affette.

Lo screening del carcinoma colon rettale si attua tramite la ricerca nelle feci del sangue occulto (non visibile ad occhio nudo), la cui presenza è meritevole di approfondimento diagnostico, di norma attraverso una colonscopia.

Ultime news

Vaccinazione Anticovid: prenotazioni soggetti ad elevata fragilità

A partire da oggi, 9 aprile, i cittadini lombardi estremamente fragili, cioè in condizioni di estrema vulnerabilità non in carico ad una struttura ospedaliera e le persone con disabilità grave, potranno prenotare le vaccinazioni anti-Covid. Come per altre categorie, si potrà definire l’appuntamento tramite portale dedicato,  call center,  Postamat o rivolgendosi al postino.

Per maggiori informazioni consulta clicca qui.

Pubblicazione aggiornamento elenco Enti erogatori qualificati allo svolgimento degli interventi di inclusione scolastica degli studenti con disabilità sensoriale - Anno scolastico 2021-2022 (2)

ATS Insubria, con Deliberazione n. 207 dell’8 aprile 2021, ha approvato l’elenco degli Enti Erogatori qualificati per lo svolgimento degli interventi di inclusione scolastica degli studenti con disabilità sensoriale per l’anno scolastico 2021/2022, suddiviso in Sezione A - disabilità uditiva e Sezione B - disabilità visiva ex-DGR n. XI/4392 del 10/03/2021.

Leggi tutto...

Avviso - Esecuzione di vaccinazioni domiciliari Anti-Covid-19 da parte di gestori di ADI e cure palliative, accreditati e a contratto e non a contratto

ATS Insubria, in ottemperanza a quanto previsto dalla D.G.R. XI/4506 del 30.03.2021, mediante il presente Avviso Pubblico intende procedere all'acquisizione della disponibilità alla esecuzione delle vaccinazioni domiciliari da parte degli Enti Gestori di ADI e di Cure Palliative Domiciliari, accreditati e a contratto, e accreditati e non a contratto per l'ambito territoriale di ATS Insubria.

Leggi tutto...

Torna su

Questo sito utilizza cookie tecnici e «di terze parti» necessari per il funzionamento e la navigazione dello stesso. Inoltre questo sito raccoglie dati statistici sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate e a norma di legge.

Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione su altre pagine, acconsenti all'uso dei cookie.