Spostamenti da e per l'estero dal 13 Ottobre al 14 Novembre 2020

 

In Evidenza

Disposizioni per il rientro da Belgio, intera Francia, Regno Unito, Paesi Bassi, Repubblica Ceca, Spagna (inclusi territori continente africano) (come da DPCM in vigore dal 14 ottobre 2020 in sostituzione di quelle del DPCM del 7 agosto 2020, prorogato con DPCM del 7 settembre 2020 ed efficaci sino al 13 novembre 2020):

Rientri da Belgio, intera Francia, Regno Unito, Paesi Bassi, Repubblica Ceca, Spagna - Attività di testing per SARS CoV-2 all’aeroporto di Malpensa oppure presso ASL/ATS di residenza - Indicazioni operative

Dall'8 Ottobre, non rientrano più in questo sotto-elenco Croazia, Grecia e Malta, dai quali non è più richiesto il test molecolare o antigenico all’ingresso in Italia.

 

Disposizioni per il rientro da luoghi turistici non considerati dalle ordinanze regionali e nazionali

Rientro da luoghi turistici non considerati dalle ordinanze regionali e nazionali

 

Disposizioni per il rientro dagli altri paesi

 

  • Elenco A e B - PAESI UE (tranne la Romania, che fa parte dell’elenco D, e con specifiche disposizioni per Belgio, intera Francia, Paesi Bassi, Repubblica Ceca, Spagna) SCHENGEN, Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord (con specifiche disposizioni indicate di seguito), Andorra, Principato di Monaco:

sono consentiti senza necessità di motivazione, quindi anche per TURISMO, e senza obbligo di isolamento al rientro, gli spostamenti da/per i Paesi dell’UE.

 

  • Australia, Canada, Georgia, Giappone, Nuova Zelanda, Romania, Ruanda, Repubblica di Corea, Tailandia, Tunisia, Uruguay (elenco D) – Resto del mondo (elenco E) – Armenia, Bahrein, Bangladesh, Bosnia Erzegovina, Brasile, Cile, Kuwait, Macedonia del Nord, Moldova, Oman, Panama, Perù, Repubblica Dominicana, Kosovo, Montenegro, Colombia (elenco F)

Al rientro in Italia, è necessario sottoporsi ad isolamento fiduciario e sorveglianza sanitaria per 14 giorni, compilare il modulo di segnalazione sul sito di ATS Insubria indicando la motivazione che consente l’ingresso/il rientro.

Si può raggiungere la propria destinazione finale in Italia solo con mezzo privato (è consentito il transito aeroportuale, senza uscire dalle zone dedicate dell’aerostazione).

Il medico curante, se richiesto dal paziente, potrà rilasciare la certificazione INPS con codice V29 della durata di 14 gg dalla data del rientro.

Sono previste alcune eccezioni, per le quali si raccomanda la lettura sul sito del Ministero degli Affari Esteri www.esteri.it e nella pagina dedicata Cittadini Italiani in rientro dall’estero e cittadini stranieri in Italia.

 

 

Lavoratori transfrontalieri

Non si sussiste obbligo di isolamento fiduciario per i lavoratori transfrontalieri in ingresso e in uscita dal territorio italiano, per comprovati motivi di lavoro e per rientrare presso la propria abitazione.

 

 

Ultime news

Referto COVID-19: esito del tampone in un click

È attivo il nuovo servizio di visualizzazione del referto dei tamponi per COVID-19, limitatamente al periodo dell’emergenza in atto, sul sito del Fascicolo Sanitario Elettronico di Regione Lombardia.

Leggi tutto...

Nuova sede per la Continuità Assistenziale ex Guardia Medica di Appiano Gentile

ATS Insubria, Comune e SOS di Appiano coesi per l’attivazione del servizio in via Vittorio Veneto

Leggi tutto...

Campagna Vaccinazione Antinfluenzale 2020-2021

Lunedì 19 ottobre prenderà avvio la campagna vaccinale stagionale contro l’influenza

Leggi tutto...

Torna su

Questo sito utilizza cookie tecnici e «di terze parti» necessari per il funzionamento e la navigazione dello stesso. Inoltre questo sito raccoglie dati statistici sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate e a norma di legge.

Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione su altre pagine, acconsenti all'uso dei cookie.