In ottemperanza al DPCM del 26 aprile 2020, le persone che rientrano in Italia dall’estero sono tenuti a dichiarare il rientro inviando una email all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. specificando il domicilio presso cui verrà effettuato l’isolamento di 14 giorni. L’isolamento è dovuto solo per i rientri che superano le 72 ore di permanenza sul territorio italiano. Il medico curante, se richiesto dal paziente, potrà rilasciare la certificazione INPS con codice V29 della durata di 14 gg dalla data del rientro.

Non sono previsti tamponi per la riammissione in comunità (lavorativa o sociale), salvo comparsa di sintomi durante la quarantena e i casi particolari ove previsto

In caso il soggetto che dichiara il rientro non sia nelle condizioni di raggiungere o individuare una dimora presso cui svolgere l’isolamento, l’Autorità Sanitaria competente territorialmente, ha il compito di informare la Protezione Civile Regionale che, in coordinamento con il Dipartimento della Protezione Civile della Presidenza del Consiglio dei Ministri, determina le modalità e il luogo dove svolgere la sorveglianza sanitaria e l’isolamento fiduciario, con spese a carico esclusivo delle persone sottoposte a predetta misura.

 

Allegati:
Scarica questo file (dpcm_26-04-2020.pdf)DPCM del 26 Aprile 2020[ ]6280 kB
Torna su

Questo sito utilizza cookie tecnici e «di terze parti» necessari per il funzionamento e la navigazione dello stesso. Inoltre questo sito raccoglie dati statistici sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate e a norma di legge.

Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione su altre pagine, acconsenti all'uso dei cookie.