ATS dell'Insubria

Sostegno abitativo per separati o divorziati, in particolare con figli minori - contributi per abitazione

“Regione Lombardia, con Dds n.X/7545 del 18/12/2017, promuove interventi di sostegno abitativo a favore di coniugi separati o divorziati, in particolare con figli minori di cui alla l.r. 18/2014, attraverso l’erogazione di contributi economici per l’abbattimento del canone annuo di locazione in immobili adibiti a propria abitazione”

 

La domanda deve essere presentata on line sull’applicativo SiAge accessibile alle pagine web di Regione Lombardia all’indirizzo: Siage.regione.lombardia.it da parte del genitore separato o divorziato a partire dal 05/06/2018 fino al 30/06/2019.

 

Destinatari

Cittadini residenti  in Regione Lombardia che soddisfano ai seguenti requisiti: 

  • sono genitori separati o divorziati nonché genitori che hanno in atto un procedimento di separazione giudiziale; 
  • hanno figli nati o adottati nel corso del matrimonio; 
  • sono residenti in Lombardia da 5 anni; 
  • hanno un ISEE in corso di validità inferiore o uguale a € 20.000,00; 
  • non hanno avuto sentenze passate in giudicato per reati contro la persona, tra cui gli atti persecutori di cui al decreto – legge 23 febbraio 2009, n. 38, nonché per i delitti di cui agli articoli 570 e 572 del codice penale; 
  • sono intestatari di un contratto di locazione; 
  • sono assegnatari di alloggi di edilizia residenziale pubblica di proprietà di ALER o dei Comuni purchè in possesso di contratto con canone a prezzo di mercato. 

 

Contributo

Il contributo economico, realizzato con risorse di Regione Lombardia, è pari al 30% dell’ammontare del canone annuo di locazione dell’immobile adibito ad abitazione, diversificato a seconda che si tratti di canone di locazione calmierato/concordato o a prezzo di mercato e viene riconosciuto per un anno.

Il contributo concesso non può essere superiore a € 2.000,00 nel caso di canone calmierato/concordato o di € 3.000,00 nel caso di canone a prezzo di mercato.

I genitori separati o divorziati che si trovano a vivere una condizione di grave marginalità sociale e che risultano ospiti presso strutture di accoglienza o che vivono in condizioni precarie potranno beneficiare di un contributo economico aggiuntivo fino a € 1.000,00 in aggiunta al beneficio per il canone di locazione, previa la definizione di un progetto personalizzato di accompagnamento che favorisca il loro reinserimento sociale.

 

Responsabile del Procedimento:

Bravi Stefano tel. 0332.277436 e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Informazioni ed assistenza:

Bravi Stefano tel. 0332.277436 e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Alberio Giovanna tel. 0332.277225 e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Martini Elisa tel. 0332.277722 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Normativa di riferimento in allegato

Allegati:

Questo sito utilizza cookie tecnici e «di terze parti» necessari per il funzionamento e la navigazione dello stesso. Inoltre questo sito raccoglie dati statistici sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate e a norma di legge.

Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione su altre pagine, acconsenti all'uso dei cookie.